RICETTE SECONDI

banner-secondi-aromy

Ricette Aromy: Secondi & Piatti unici

Crea ricette facili e veloci e piatti gourmet con i versatilissimi prodotti AROMY

Poke Bowl con zucca

40 g di zucca essiccata Aromy – 1 peperone rosso – 1 cipolla rossa di Tropea – 2 zucchine – 400 g di petto di pollo – 2 cucchiai di semi di sesamo – sale – peperoncino – salsa agrodolce. PER LA SALSA AGRODOLCE: 8 cucchiai di passata di pomodoro – 2 cucchiai di amido di mais (maizena) – 1 tazzina di zucchero – 1 tazzina di  aceto – 2 tazzine di acqua

PREPARAZIONE DELLA SALSA: sciogliere la maizena nell’acqua (non calda). Versare la passata di pomodoro in un pentolino con lo zucchero, l’aceto e la maizena sciolta e cuocere a fuoco lento, mescolando continuamente con una frusta. Lasciare riposare per 7-10 minuti. Quando la salsa ha raggiunto la giusta consistenza, versarla in una ciotola e lasciarla raffreddare. PREPARAZIONE DELLA POKE BOWL: reidratare la zucca essiccata mettendola in un ciotola con acqua fredda per 10 minuti. Toglierla poi dall’acqua e asciugarla bene con carta assorbente. Tagliare a julienne le zucchine, i peperoni e la cipolla rossa. Tagliare il petto di pollo a piccoli pezzetti e cuocerlo con un filo d’olio in una padella wok per circa 10 minuti a fuoco basso. Una volta pronto, lasciare raffreddare il pollo e cominciare a disporre le verdure in terrine in modo ordinato, creando delle isole di colore. Alla fine, disporre al centro delle terrine il pollo e cospargere con semi di sesamo. Servire la Poke Bowl e, a parte, in piccole ciotole, la salsa agrodolce.

400 g di riso arborio o riso kome per sushi – ½ busta di zucca essiccata Aromy – ½ busta di zucchina essiccata Aromy – 1 kg di fave fresche – 5 fette di ananas maturo – 10 pomodorini essiccati sott’olio – salsa agrodolce. PER LA SALSA AGRODOLCE: 8 cucchiai di passata di pomodoro – 2 cucchiai di amido di mais (maizena) – 1 tazzina di zucchero – 1 tazzina di aceto – 2 tazzine di acqua

PREPARAZIONE DELLA SALSA: sciogliere la maizena nell’acqua (non calda). Versare la passata di pomodoro in un pentolino con lo zucchero, l’aceto e la maizena sciolta e cuocere a fuoco lento, mescolando continuamente con una frusta. Lasciare riposare per 7-10 minuti. Quando la salsa ha raggiunto la giusta consistenza, versarla in una ciotola e lasciarla raffreddare. PREPARAZIONE DELLA POKE BOWL: lessare il riso in abbondante acqua salata e lasciare raffreddare. Sgranare le fave e sbollentarle per qualche minuto per staccare la pelle dal seme. Privare le fave dalla pellicina esterna che le ricopre in modo da utilizzare la parte più tenera. Nel frattempo, reidratare la zucca e la zucchina essiccata mettendole a bagno in un ciotola con acqua fredda per 10 minuti. Toglierle poi dall’acqua e asciugarle bene con carta assorbente. Tagliare a cubetti le fette di ananas e, dopo averli scolati, i pomodorini sott’olio. Disporre poi gli ingredienti in modo ordinato in terrine, creando delle isole di colore. Servire la Poke Bowl e, a parte, in piccole ciotole, la salsa agrodolce.

Crocchette gluten free di sedano e topinambur

400 g di topinambur – ½ busta di sedano essiccato Aromy – 80 g di farina di riso – 80 g di formaggio grattugiato – 3 uova – farina di mais – olio di semi di arachidi per friggere – 10 foglie di salvia – sale e pepe quanto basta

Reidratare il sedano essiccato mettendolo a bagno in un ciotola con ½ bicchiere d’acqua per 10 minuti. Nel frattempo pelare i topinambur e cuocerli al vapore. Scolare il sedano e asciugarlo un po’ con della carta assorbente. Dopo aver lasciato raffreddare i topinambur, metterli nel mixer insieme a 2 uova, al sedano reidratato e al formaggio grattugiato. Aggiungere sale e pepe a piacere e frullare. Trasferire poi l’impasto in una ciotola e unire la farina di riso fino ad ottenere un composto morbido e omogeno. Formare delle palline o dei rotolini e passare nell’uovo sbattuto. Mischiare alla farina di mais la salvia dopo averla tritata finemente e usare come panatura. Friggere in abbondante olio bollente rigirando fino a doratura. Scolare e disporre su carta assorbente. Servire le crocchette calde.

Frittata con rucola e grana

6 uova – 1 cucchiaio di rucola essiccata Aromy –  40 g di formaggio grana grattugiato – olio EVO –  sale e pepe quanto basta

Sbattere le uova in una ciotola e aggiungere il formaggio grattugiato, la rucola essiccata e sale e pepe a piacere. Sbattere con una forchetta finché tutti gli ingredienti non sono ben amalgamati. Per rendere la frittata ancora più gustosa, aggiungere anche un altro formaggio a pasta dura a scelta tagliato a cubetti. Coprire il fondo di una padella di 25-30 cm di diametro con un po’ di olio EVO e scaldare per un paio di minuti. Aggiungere il composto e mescolare con un cucchiaio di legno o una spatola finché non comincia a rapprendersi. A questo punto, abbassare il fuoco e lasciare cuocere per circa 5 minuti. Con l’aiuto di un coperchio girare la frittata e cuocere per 5 minuti dall’altro lato. Una volta pronta, disporre la frittata su un piatto da portata e farla riposare per qualche minuto prima di servirla.

Girelle con rucola e salmone

200 g di salmone affumicato – 3 fette di pane per tramezzini – 3 cucchiai di rucola essiccata Aromy – 200 g di formaggio spalmabile

Disporre le fette di pane per tramezzini su un piano di lavoro e appiattirle leggermente con un mattarello, per evitare che si rompano quando vengono arrotolate. Spalmare sulle fette il formaggio fresco, distribuire uniformemente su ogni fetta il salmone a pezzi e un cucchiaio di rucola essiccata. Arrotolare poi le fette dal lato corto fino a formare dei rotoli. Avvolgere i rotoli nella pellicola trasparente e riporli in frigo per almeno mezz’ora prima di tagliarli a fette. Un volta rimossa la pellicola, tagliare delicatamente i rotoli a fette dello spessore di circa 1,5 cm.  Adagiare le girelle su un piatto da portata e servire.

Muffin di zucchine

20 g zucchina essiccata Aromy – 250 g di farina – 2 uova – 100 g di provola dolce o piccante – 40 g di formaggio grattugiato – 4 g di lievito secco – 50 ml di olio di semi – 200 ml di latte – sale quanto basta

Reidratare la zucchina essiccata mettendola a bagno in un ciotola con acqua fredda per 5 minuti. Toglierla dall’acqua e asciugarla con carta assorbente. Tagliare la provola a cubetti. In una terrina mettere il latte, olio, uova, sale e mescolare per amalgamare gli ingredienti. Aggiungere poi la farina setacciata, lievito e formaggio grattugiato. Unire infine le zucchine reidratate e la provola a cubetti. Se il composto è troppo secco aggiungere ancora un po’ di latte, se è troppo liquido, aggiungere un po’ di farina. Riempire a 3/4 gli stampi per muffin con l’impasto, coprire e lasciare lievitare per circa 1/2 ora. Cuocere in forno caldo a 180 °C per 30 o 35 minuti. Ottimi sia tiepidi che freddi.

Plumcake di zucchine e provola

200 g di farina – 3 uova – ½ busta di zucchina essiccata Aromy – 30 g di olio EVO + 1 cucchiaio di olio EVO – 200 g di yogurt greco o bianco – 1 bustina di lievito per torte – 200 g di provola dolce o piccante – 20 g di parmigiano grattugiato – 1 spicchio d’aglio per il soffritto – sale e pepe quanto basta

Reidratare la zucchina essiccata mettendola a bagno in un ciotola con acqua fredda per 5 minuti. Toglierla dall’acqua e asciugarla con carta assorbente. Mescolare in una terrina la farina, le uova, il parmigiano, i 30 g di olio e il lievito. In una padella soffriggere la zucchina reidratata con un cucchiaio di olio e uno spicchio d’aglio per un paio di minuti. Versare la zucchina soffritta al composto e amalgamare. Aggiungere lo yogurt e la provola tagliata a dadini. Foderare uno stampo da plumcake con carta da forno e versare il composto. Infornare a 180° e cuocere per 30-40 minuti. Una volta cotto, togliere il plumcake dallo stampo e farlo raffreddare prima di servirlo. Ottimo come antipasto o per accompagnare secondi piatti.

 

Frittelle di zucchine e porro

1 busta di zucchina essiccata Aromy – 10 g di porro essiccato Aromy 160 g di tonno al naturale o sott’olio – 50 g di formaggio grattugiato – 50 g di pangrattato – 70 g di scamorza – farina 00 – olio EVO – sale e pepe quanto basta – prezzemolo quanto basta

Reidratare la zucchina e il porro essiccati mettendoli in un ciotola con acqua fredda per 5 minuti. Togliere poi le verdure dall’acqua e asciugarle bene con carta assorbente. Sgocciolare bene il tonno e disporlo in una terrina. Aggiungere le verdure, l’uovo, sale e pepe, formaggio grattugiato, pangrattato, la scamorza ridotta in pezzetti e a piacere del prezzemolo, dopo averlo lavato e tritato molto finemente. Dal composto compatto appena ottenuto ricavare delle palline schiacciandole con il palmo della mano in modo che assumano la forma leggermente schiacciata di una frittella. Passare le frittelle nella farina 00 e poi cuocerle in padella con olio EVO finché non risultano ben dorate da entrambi i lati. Per una versione light, optare per la cottura in forno. In questo caso spennellare con un po’ di olio la superficie delle frittelle e cuocerle a 180°C per circa mezz’ora fino a quando non sono dorate, girandole a circa metà cottura.

Omelette con asparagi e peperoni

PER L’OMELETTE: 2 uova grandi – 4 cucchiai di latte intero – 1 pizzico di sale – pepe – 1 filo di olio EVO per la cottura. PER LA FARCITURA: 1 peperone rosso o giallo – mezzo scalogno – 10 g di asparago essiccato Aromy – 1 cucchiaio di olio EVO

In una ciotola con 1 litro di acqua mettere a bagno l’asparago essiccato per almeno 10 minuti. Toglierlo poi dall’acqua e asciugarlo un po’ con un panno di carta assorbente. Mondare e tagliare il peperone a cubetti. In una padella tipo wok mettere 1 cucchiaio d’olio e far appassire lo scalogno tagliato molto sottile. Aggiungere poi l’asparago reidratato, i cubetti di peperone, sale e pepe e cuocere a fuoco lento per 10 minuti. Nel frattempo mescolare con una frusta a mano le uova e il latte e aggiungere 1 pizzico di sale. Per cuocere l’omelette usare una padella antiaderente di circa 20 cm di diametro. Ungere il fondo della padella con carta da cucina imbevuta d’olio. Scaldare a fuoco moderato per 30 secondi, versare la pastella e roteare la padella in modo che il composto si distribuisca uniformemente su tutto il fondo. Abbassare la fiamma e coprire con un coperchio. Dopo 1 minuto, alzare il coperchio, distribuire sull’omelette le verdure spadellate e poi coprire di nuovo. Quando la superficie dell’omelette risulta asciutta e si è rassodata, spegnere il fuoco e togliere il coperchio. Servire l’omelette piegata a metà ben calda oppure, una volta raffreddata, arrotolarla e tagliarla a rondelle. Disporre quindi le rondelle in un piatto da portata e servire come antipasto.

Sfogliatine con radicchio e speck

1 rotolo di pasta sfoglia integrale rotonda surgelata – 8 g di radicchio essiccato Aromy – 5 cucchiai di formaggio grattugiato – 200 g di speck – 1 uovo – 6 cucchiai di panna

Mettere in una terrina il radicchio essiccato, aggiungere 2 cucchiai di acqua e attendere 4-5 minuti che il vegetale la assorba, aggiungere poi lo speck tagliato a cubetti molto piccoli, il formaggio grattugiato, l’uovo intero e la panna. Stendere il rotolo di pasta sfoglia e ritagliare dalla pasta cerchi del diametro di 10-12 cm. Disporre i cerchi di pasta in formine precedentemente imburrate e bucherellarli con una forchetta. Usare due cucchiai circa di farcitura per ogni formina. Cuocere per 15-20 minuti in forno preriscaldato e ventilato a 150°C finché sia la pasta sfoglia che il ripieno non risultano ben dorati. Servire le sfogliatine calde o a temperatura ambiente, come antipasto oppure come secondo piatto, accompagnate da un’insalata fresca o da un altro contorno.

Rotolini con prosciutto e radicchio

pane per tramezzini – 5 g radicchio essiccato Aromy – 80 g di robiola – 150 g di prosciutto cotto a fette – erba cipollina

Mettere in una ciotola il radicchio essiccato, aggiungere 3 o 4 cucchiai d’acqua fredda e lasciare riposare per 5-10 minuti, mescolando di tanto in tanto, finché il radicchio non ha assorbito bene tutta l’acqua. Nel frattempo tagliare il pane per tramezzini a rettangoli di 6×15 cm e tagliare a rettangoli anche le fette di prosciutto. I rettangoli di prosciutto dovranno essere un po’ più lunghi, perché dovranno avvolgere quelli di pane. Asciugare il radicchio reidratato con un panno per togliere eventuale acqua in eccesso e mescolarlo con la robiola. Dopo aver messo su ogni fetta di prosciutto una fetta di pane, disporre al centro della fetta un cucchiaino abbondante di preparato. Arrotolare le fette e chiudere ciascun rotolino con un filo d’erba cipollina annodato. Adagiare i rotolini, anche in piedi, su un piatto da portata e lasciare riposare in frigo per un’ora prima di servire.

Pacco sorpresa vegetariano

6 o 7 fette di pane per tramezzini – 15 g di sedano essiccato Aromy – 350 g di formaggio fresco spalmabile – 6 cucchiai di maionese – 40 g di carota essiccata Aromy – 1 carota intera – foglioline di sedano fresco

In una ciotola con 1 litro di acqua mettere a bagno la carota essiccata per almeno 10 minuti. Toglierla poi dall’acqua e asciugarla un po’ con carta assorbente. In un’altra ciotola mettere il sedano essiccato, aggiungere 6 o 7 cucchiai d’acqua e lasciare riposare per circa 5 minuti. Quando il vegetale ha ben assorbito l’acqua, strizzarlo un po’ con le mani per asciugarlo. Nel frattempo mescolare il formaggio spalmabile con la maionese fino ad ottenere un composto omogeneo. Disporre poi alcune fette di pane sul fondo di un piatto da portata in modo da formare un quadrato di circa 18 cm di lato. Spalmare il composto sopra al primo strato di pane aiutandosi con una paletta e distribuirci sopra la carota reidratata in modo uniforme. Stendere un secondo strato di pane e spalmare di nuovo il composto. Sul secondo strato distribuire omogeneamente il sedano reidratato. Ripetere l’operazione alternando carote e sedano fino a raggiungere 16 cm circa di altezza. Infine rivestire il “pacco” con il formaggio spalmabile avanzato, livellandolo con la spatola. Pelare la carota e tagliarla con il pelapatate nel senso della lunghezza per realizzare strisce simili ai classici nastri di un pacco regalo. Decorare a piacere anche con foglioline di sedano o altri vegetali freschi. Lasciare riposare in frigo per almeno un’ora prima di servire. Tagliare a fette preferibilmente con coltello seghettato.

Quiche di porro e ricotta

10 g di porro essiccato Aromy – 1 rotolo di pasta brisé – 200 gr di ricotta (di mucca o pecora) – 1 uovo intero – 50 gr di pecorino grattugiato – 1 pizzico di noce moscata  – olio EVO – sale e pepe quanto basta

 

Versare il porro essiccato in una padella con 1 cucchiaio di olio e 5-6 cucchiai di acqua. Aggiungere sale e pepe. Fare cuocere a fuoco basso, mescolando di tanto in tanto, per circa 10 minuti. Nel frattempo, srotolare la pasta brisé e foderare la teglia ricoprendo anche i bordi. Quando il porro si è ammorbidito, lasciare intiepidire e trasferire poi in una terrina. Aggiungere la ricotta, l’uovo, il pecorino grattugiato, la noce moscata, sale e pepe. Mescolare bene per amalgamare tutti gli ingredienti. Riempire la teglia con il composto ottenuto. Cuocere in forno già caldo a 180° per 15-20 minuti, finché non si forma una crosticina dorata. Togliere la teglia dal forno e sistemare la quiche su un piatto da portata. Ottima sia calda che fredda.

Bocconcini porro e mozzarella

300 g di patate – 60 g di parmigiano grattugiato – 1 uovo – 8 g (2 cucchiai) di porro essiccato Aromy – sale quanto basta – 10 mozzarelline – olio di semi di arachidi. PER LA PANATURA: 2 uova medie – pane grattugiato quanto basta

Cuocere le patate con la buccia. Pelarle e schiacciarle con uno schiacciapatate. Lasciarle raffreddare, poi unire il parmigiano grattugiato, il porro essiccato, l’uovo e il sale e mescolare. Fare sgocciolare in un colino le mozzarelline e asciugarle con un panno o con carta assorbente. Sbattere in una ciotola le due uova medie per la panatura. Passare le mozzarelline una ad una nell’impasto in modo da formare una pallina, ripetere l’operazione più volte fino ad esaurire l’impasto. Subito dopo, passare le palline nell’uovo sbattuto e poi nel pane grattugiato, facendo attenzione a far aderire bene la panatura su tutta la superficie. Scaldare l’olio di semi di arachidi in una padella e far rosolare i bocconcini per qualche minuto, finché non risultano ben dorati. Trasferire i bocconcini su carta assorbente per eliminare l’eventuale olio in eccesso e servirli ben caldi.

Verza e patate gratinate

10 g di verza essiccata Aromy – 2 scalogni – 6 patate medie – 60 g di provola affumicata o piccante a piacere – 400 g di acqua – olio EVO – salvia – sale e pepe nero quanto basta

Scaldare un filo d’olio in una casseruola o in una pentola adatta anche alla cottura in forno e rosolare lo scalogno tagliato grossolanamente. Unire le patate a pezzi e mescolare per non farle attaccare al fondo. Dopo pochi istanti aggiungere la verza essiccata e mescolare di nuovo. Infine, versare l’acqua nella casseruola, aromatizzare con le foglie di salvia e aggiungere sale e pepe a piacere. Coprire con coperchio e cuocere a fuoco medio per 20 minuti. Nel frattempo grattugiare la scamorza o la provola con una grattugia a maglie larghe. Trascorsi 20 minuti, rimuovere il coperchio. Lasciare cuocere per altri 5 minuti, poi togliere dal fuoco e distribuire la scamorza sulla superficie. Mettere infine a gratinare in forno per 5 minuti.

Crêpes con verza e stracchino

125 g di farina 00 o integrale – 250 ml di latte – 2 uova – 10 g di verza essiccata Aromy – 20 g di burro – 250 g di stracchino – 60 g di lamelle di mandorle – sale e pepe

In una ciotola sbattere un uovo intero e un tuorlo con una forchetta e, continuando a mescolare, unire il latte. Setacciare la farina e aggiungerla all’impasto un po’ alla volta mescolando energicamente con una frusta in modo da evitare la formazione di grumi. Aggiungere la verza essiccata, sale  e pepe a piacere, e mescolare. Coprire con pellicola alimentare e lasciare riposare per almeno 15 minuti. Scaldare una padella antiaderente e ungerla con il burro. Versare una porzione del composto e ruotare e inclinare leggermente la padella in modo che la pastella assuma una forma rotonda. Cuocere le crêpes per 1 minuto circa per lato. Una volta pronte, stendere su ognuna uno strato di stracchino, distribuire le lamelle di mandorle e arrotolare. Scaldare ulteriormente le crêpes in forno per qualche minuto oppure servirle fredde.

Muffin salati con porro, olive e pomodorini

250 g di farina integrale – 10 g di porro essiccato Aromy – 16 g di pecorino grattugiato –  50 g di latte – 60 g olio di semi – 2 uova medie – 3 rametti di timo fresco o 1 cucchiaino di timo essiccato – 50 g di olive nere e olive verdi denocciolate – 100 g di scamorza – 9 o 10 pomodorini – 15 g di lievito per torte salate – sale

Mettere in una ciotola il porro essiccato, aggiungere 2 cucchiai d’acqua e lasciare riposare per circa 10 minuti fino a quando il vegetale non ha assorbito bene l’acqua. Nel frattempo tagliare la scamorza a cubetti e le olive e i pomodorini a rondelle. In una terrina sbattere uova e latte e aggiungere a filo l’olio. A parte, mescolare la farina, il lievito, il pecorino, la scamorza, il timo e il sale. Unire il contenuto dei due recipienti, aggiungere il porro e mescolare bene. Dividere poi l’impasto in due parti uguali. A metà dell’impasto aggiungere le olive, tenendone da parte alcune per la decorazione finale. Distribuire l’impasto nei pirottini, riempiendoli fino a metà circa e decorarli con qualche rondella di oliva. Distribuire l’altra metà dell’impasto nei pirottini e decorarli con i pomodorini. Disporre i pirottini su una teglia da muffin o su un piatto da forno e cuocere a 170°C per 20-25 minuti.

Burger veg di cavolo nero

10 g di cavolo nero essiccato Aromy – 200 g di pane per tramezzini – 1 patata– 1 uovo –100 g di formaggio grattugiato – 80 g di acqua – olio EVO – sale e pepe quanto basta

In una ciotola con 200 ml di acqua mettere a bagno il cavolo nero essiccato. Quando il vegetale ha ben assorbito l’acqua, strizzarlo un po’ con le mani per asciugarlo. Scaldare un filo d’olio in un tegame, unire il cavolo nero e una patata pelata e tagliata in piccoli pezzi. Cuocere per 15 minuti circa,  mescolando di tanto in tanto  e aggiungendo qualche cucchiaio d’acqua finché non è tutto ben cotto e asciutto. Spezzare il pane e disporlo in una ciotola. Aggiungere l’acqua  e  impastare con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo. Unire poi cavolo nero e le patate intiepidite, il formaggio grattugiato, l’uovo intero, sale e pepe a piacere e amalgamare bene il tutto. Dividere l’impasto in 4 parti e formare delle palle. Schiacciarle in modo che assumano la forma di un burger e abbiano più o meno tutte lo stesso diametro e spessore. Scaldare un po’ di olio in una padella, poi adagiare un quadrato di carta da forno sulla padella e posizionare sopra il primo burger. Cuocere per circa 4 minuti, poi girarlo  e cuocere per altri 4 minuti circa. La carta da forno servirà a non far bruciare il burger. Cuocere anche gli altri burger di cavolo nero  e servirli ancora caldi.

Frittata al porro

5 uova – 10 g di porro essiccato Aromy – 100 g di formaggio grattugiato – 100 g di latte – 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva – 12 o 14 mandorle tritate grossolanamente – 2 cucchiai di pane grattugiato – 1 presa di sale

Montare a neve gli albumi di 2 uova e mettere da parte. Sbattere i 2 tuorli e le altre 3 uova in una ciotola. Aggiungere tutti gli altri ingredienti e mescolare. Unire infine gli albumi montati a neve. Ungere una teglia rotonda da 28 cm o rettangolare da 28 x 22 cm, versare il composto, cuocere nel forno già caldo a 180° finché la frittata non è dorata e ben cotta al centro. Servire tagliata a spicchi o quadrati.

Uova primavera

6 uova – 20 g di carota essiccata Aromy – 20 g di zucca essiccata Aromy – 80 g di tonno – 3 cucchiai di maionese

Lessare le uova, sgusciarle e farle raffreddare. Nel frattempo mettere a bagno in una ciotola con circa 1 litro d’acqua carota e zucca essiccate e lasciare reidratare per almeno 10 minuti. Togliere poi i cubetti dall’acqua e asciugarli un po’ con un panno di carta assorbente. Mettere da parte mezzo cucchiaio di carota e zucca reidratate per la decorazione finale. Tagliare le uova sode a metà nel senso della lunghezza. Rimuovere i tuorli con un cucchiaino e trasferirli in una terrina. Mettere da parte gli albumi sodi. Schiacciare i tuorli con una forchetta, aggiungere la carota e la zucca reidratate, la maionese e il tonno e mescolare amalgamando bene il tutto. Riempire i mezzi albumi con la farcitura. Decorare le uova con qualche pezzetto di carota e zucca e disporle su un piatto da portata con foglie di insalata.

Girelle al cavolo nero

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare – 4 fette di prosciutto cotto – 10 g di cavolo nero essiccato Aromy – 200 g di ricotta – 4 o 5 cucchiai di formaggio grattugiato – sale

Mettere in una ciotola il cavolo nero essiccato, aggiungere 3 o 4 cucchiai d’acqua e lasciare riposare per circa 5 minuti. Quando il vegetale ha ben assorbito l’acqua, aggiungere tutti gli altri ingredienti e amalgamare per bene. Stendere sulla sfoglia le fette di prosciutto cotto e distribuire la farcitura. Arrotolare dal lato corto della sfoglia e ricavare delle girelle dello spessore di 1,5 cm circa. Adagiare le girelle su una teglia foderata di carta da forno e cuocere per 20 minuti a 180-200°.

Frittata al forno con verza e noci

5 uova – 5 g di verza essiccata Aromy – 100 g di parmigiano reggiano grattugiato – 100 g di latte o di yogurt o di panna acida – 6 noci tritate – 2 cucchiai di pane grattugiato – 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva e 1 presa di sale

Montare gli albumi di 2 uova a neve e mettere da parte. Sbattere i 2 tuorli e le altre 3 uova in una ciotola. Aggiungere poi tutti gli altri ingredienti e mescolare. Unire infine gli albumi montati a neve e mescolare delicatamente dal basso verso l’alto. Ungere una teglia 28 x 22 cm, versare il composto, cuocere nel forno già caldo a 190° finché la frittata non è dorata e ben cotta al centro. 

Cubotti di polenta superfood

1 panetto di polenta pronta – 2 cucchiai di radicchio rosso essiccato Aromy – 2 cucchiai di cavolo nero essiccato Aromy – 6 cucchiai di formaggio grattugiato – 200 g di gorgonzola – 100 g di robiola

Tagliare il panetto di polenta in pezzi quadrati con lato di 3-4 cm circa. Tagliare poi i pezzi longitudinalmente, come si fa con un panino, e stenderli sul piano di lavoro. Nel frattempo mettere in una ciotola il radicchio essiccato e in un’altra ciotola il cavolo nero essiccato. Aggiungere 1 cucchiaio d’acqua per ciotola e lasciare riposare per 5 minuti. Quando i vegetali hanno assorbito bene l’acqua, aggiungere 3 cucchiai di formaggio grattugiato, 100 g di gorgonzola e 50 g di robiola per ciotola. Amalgamare gli ingredienti delle due ciotole e disporre un cucchiaino di uno o dell’altro mix di verdure e formaggi sui pezzi di polenta. Ricoprire poi con un altro pezzo di polenta, a mo’ di panino. Mettere in una pirofila un filo d’olio extra vergine d’oliva e disporre i cubotti farciti molto vicini tra loro. Preriscaldare il forno a 180°, infornare e lasciare cuocere per almeno 10 minuti. Togliere dal forno e fare riposare per qualche minuto. Servire i cubotti come stuzzichini o come contorno (ad esempio di un buon brasato).

Ciambella salata con carota e verza

1 confezione di pasta sfoglia – 25 g di carota essiccata Aromy – 10 g di verza essiccata Aromy – 100 g di scamorza affumicata – 1 uovo – 125 g di besciamella già pronta o fatta in casa – 50 g di formaggio grattugiato – sale

In una ciotola con 1 litro di acqua mettere a bagno la carota essiccata per almeno 10 minuti. Toglierla poi dall’acqua e asciugarla un po’ con un panno di carta assorbente. Adagiare la pasta sfoglia su di una teglia tonda per ciambelle la cui dimensione permetta poi di rivoltare i bordi della pasta. Punzecchiare la pasta con una forchetta in modo che non si gonfi durante la cottura. In una terrina mescolare per bene la besciamella, la carota reidratata, la verza essiccata, l’uovo e la scamorza tagliata a cubetti molto piccoli. Salare a piacere. Stendere il composto sopra la pasta sfoglia e rivoltare i bordi per evitare che fuoriesca la farcitura. Cospargere di formaggio grattugiato e cuocere per 20-25 minuti in forno preriscaldato ventilato a 180°. Prima di spegnere il forno, assicurarsi che si sia formata una bella crosticina dorata sopra la ciambella. Lasciare intiepidire e servire a fettine.

Insalata di carote

Lattuga –  carota essiccata Aromy – rapanelli – pomodorini – cipollotto
Affettare le verdure e metterle in una terrina assieme alle foglie di lattuga. Mettere a bagno la carota essiccata in acqua fredda per 5 minuti. Asciugare con un panno di carta assorbente e unire al resto. Condire a piacere.